Nella gazzetta ufficiale del 3 febbraio 2018 n. 28 è stata pubblicata la Legge 11 gennaio 2018 n. 5 la cui vigenza è stabilita a partire dal 4 febbraio 2018.
Possono iscriversi, a seguito di loro specifica richiesta, anche contemporaneamente per tutte le utenze telefoniche, fisse e mobili, loro intestate, anche per via telematica o telefonica, al registro pubblico delle opposizioni istituito ai sensi del comma 1 dell’articolo 3 del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 178 del 2010, tutti gli interessati che vogliano opporsi al trattamento delle proprie numerazioni telefoniche effettuato mediante operatore con l’impiego del telefono per fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta, ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
Ai sensi dell’articolo 12, comma 2, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica n. 178 del 2010, in caso di violazione del diritto di opposizione nelle forme previste dalla presente legge, si applica la sanzione amministrativa di cui all’articolo 162, comma 2-quater, del codice di cui al decreto legislativo n. 196 del 2003. In caso di reiterazione delle suddette violazioni, su segnalazione del Garante per la protezione dei dati personali, le autorità competenti possono altresì disporre la sospensione o, nelle ipotesi piu’ gravi, la revoca dell’autorizzazione all’esercizio dell’attività.
Entro 90 giorni dovranno essere apportate le modifiche alle disposizioni regolamentari che disciplinano le modalità di iscrizione e funzionamento del registro.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn